Prima nazionale 3 ottobre 2020 ore 17

Centro culturale artistico Rosetum, Milano

TOPONOMASTICA

spettacolo di teatro canzone clown

con Marta Pistocchi e Alessandro Sicardi

regia di Rita Pelusio

Se i topi sapessero parlare cosa direbbero delle nostra (e loro) città? 

E se sapessero cantare con che canzoni la racconterebbero?

Da questa provocatoria domanda nasce Toponomastica, immaginifica conferenza di i topi che analizzano con pungente ironia le regole e gli stili di vita delle nostre città, e i vizi e le virtù degli umani che vi abitano.

Lo sguardo dei nostri topi, interpretati da Marta Pistocchi e Alessandro Sicardi, è uno sguardo diverso, laterale. 

La prospettava dal basso degli ultimi, degli emarginati, ma anche di quelli che vedono nei paesaggi urbani una possibilità infinita, un laboratorio di socialità che può unire molto più che dividere.

Lo spettacolo nasce da un nucleo di canzoni originali scritte e composte da Marta Pistocchi, violinista, attrice e ispiratrice di questo progetto che si muove tra più linguaggi artistici: musica, clown e narrazione teatrale. 

Le sue canzoni non sono solo una riflessione ma anche un atto di amore verso la  città. 

Ed è dalla medesima spinta, al contempo intellettuale e emotiva, che è stato modellato questo spettacolo in cui satira e poesia si mescolano con inaspettata freschezza.

Toponomastica è un teatro-canzone molto particolare. Il tradizionale schema del cabaret milanese si lascia infatti contaminare e ibridare. Il clown prende il sopravvento, ma lascia spazio alle influenze più disparate, giocate sempre con leggerezza e originalità, da Moni Ovadia a Gabriella Ferri, da Jannacci alla Banda Osiris.

Il tutto dà vita a un pastiche inaspettato e sorprendente che ci prende per mano e ci conduce alla scoperta di una città che troppo spesso non sappiamo guardare con occhi abbastanza attenti.

con Marta Pistocchi e Alessandro Sicardi

regia di Rita Pelusio

drammaturgia: Domenico Ferrari 

testi: Domenico Ferrari e Rita Pelusio

testi canzoni: Marta Pistocchi

distribuito da  Monica Giacchetto 

PEM HABITAT TEATRALI pemteatro.com

costumi e scene: Ilaria Ariemme

fotografie: Laila Pozzo

grafica: Paolo Cremonesi

Con in scena il contrabbasso elettrico realizzato da Leonardo Aurelio www.leonardo-aurelio.com

GRAND CABARET DE MADAME PISTACHE
VARIETÀ COMICO MUSICALE - ONE WOMAN SHOW
di e con Marta Pistocchi
regia di Claudio Cremonesi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un one-woman-show, uno spettacolo musical-teatrale ambientato nei raffinati locali d'un cabaret parigino degli anni '30: il "Grand Cabaret de Madame Pistache".

Un viaggio musicale condotto, suonato, ballato e interpretato da Marta Pistocchi, virtuosa violinista ad alto tasso comico. Con un violino, delle scarpe da tip tap, una loop station e un microfono, Madame Pistache dà vita, corpo e voce a tutti gli ospiti del suo Cabaret: Django Reinhardt e la sua fenomenale orchestra swing, l'intero corpo di ballo con le sue affascinanti ragazze, e poi le attrazioni internazionali: la giovane ballerina di tip tap, la passionale tanguera di Buenos Aires, l'esotica danzatrice del ventre, Cab Calloway dal Cotton Club di New York, Edith Piaf, il Trio Lescano…

 

Un gioco surreale, uno spettacolo visionario coinvolgente, esilarante, poetico.

Musica, danza e divertissement con un pizzico di seduzione e una vena di follia.

 

Adatto a ogni tipo di pubblico, conquista gli adulti, incanta i bambini.

Realizzabile in uno spazio teatrale come all'aperto (la versione da strada ha la durata di 30’ circa), con una scenografia compatta ed efficace che definisce l'ambientazione parigina e che conquista lo sguardo del pubblico.

Durata: 60 minuti

Toponomastica©_Laila_Pozzo-2
Toponomastica©_Laila_Pozzo-2

Marta Pistocchi e Alessandro Sicardi

Toponomastica© Laila Pozzo-6
Toponomastica© Laila Pozzo-6

Marta Pistocchi e Alessandro Sicardi

Toponomastica©_Laila_Pozzo-2
Toponomastica©_Laila_Pozzo-2

Marta Pistocchi e Alessandro Sicardi

1/2